Donna_collo_tiroide_StamegnaNei casi di terapia dell’ipotiroidismo scelgo di volta in volta il farmaco tiroideo e la combinazione di farmaci più idonea al caso che ho davanti. Le forme di ipotiroidismo possono essere molto diverse tra di loro come molto diverse possono essere le reattività individuali al farmaco e agli eccipienti. Conosco bene tutte le possibilità terapeutiche e adatto la terapia con una estremo sforzo di personalizzazione. La terapia dell’ipotiroidismo non è così semplice o semplicistica come vi hanno fatto credere: non basta dare “eutirox” a tutti indistintamente.

Veniamo quindi alla tiroide secca. Sono due i casi in cui posso pensare di prescriverla:

  1. Tiroidi ecograficamente normali o lievemente disomogenee in cui non voglio alterare l’asse ipofisi tiroide dando comunque un incremento del T3 laddove questo risulti basso e non solo per un deficit di desiodazione periferico (come nelle steatosi epatiche). Ciò è possibile con l’utilizzo di dosi molto basse di tiroide essiccata dove la T4 è in grado di trasformarsi in T3 meglio di quanto possa avvenire per le forme sintetiche.
  2. Nei casi di asportazione della tiroide non responsivi alla classica combinazione T4/T3 dove puo’ essere utile una parziale integrazione di tiroide secca. Sempre però attenzione alla facilità con cui si può andare in ipertiroidismo e tenendosi a dosi più basse rispetto alla terapia sintetica.