La calvizie o alopecia androgenetica femminile colpisce circa il 50% delle donne nel corso della vita.
Sebbene questa patologia possa manifestarsi in diversi periodi della vita di una donna è sicuramente la menopausa il periodo in cui si evidenzia a pieno ed in maniera progressiva. La riduzione degli estrogeni e l’aumento relativo degli androgeni causa, in questo periodo, il progressivo assottigliamento e diradamento dei capelli rendendo visibile il cuoio capelluto.

L’intensità del fenomeno dipende dalla quota di androgeni presenti in circolo e dalla sensibilità (genetica) dei follicoli piliferi all’azione di tali androgeni.
L’alopecia femminile androgenetica, che in alcuni casi determina un vero problema psicologico, va affrontata in primo luogo attraverso una valutazione della condizione ormonale.

Gli esami principali da effettuare sono:

Emocromo, Testosterone totale, SHBG, D4-Androstenedione, DHEA-S, TSH, Cortisolo, Progesterone, PTH, Calcio ionizzato, Vitamina D3, Elettroforesi proteica, Vitamina B12, acido folico, Transaminasi.
Nel corso della visita occorre evidenziare eventuali altre cause: anemia sideropenica, diete dimagranti errate, stress, fumo, dermatite seborroica, patologie e terapie farmacologiche.

Terapia

Oltre alla cura che scaturisce da un corretto percorso diagnostico e tende ad eliminare o a ridurre le cause dell’alopecia, è il caso di iniziare subito un trattamento specifico di carattere medico-estetico.

Trattamento

Stimolazione biomesoterapica con mix di sostanze attive sulla vascolarizzazione, sul metabolismo tissutale e sul riequilibrio endocrino.

Il programma prevede una seduta ogni sette-dieci giorni per sei sedute da completare in circa due mesi.
I risultati sono visibili già dopo la seconda seduta.
La terapia di mantenimento prevede una singola seduta ogni tre mesi.

Costo del programma 480,00 €
Costo della singola seduta di mantenimento 90,00 €